Categorie
#associazione #Covid19 #filiera #fondi #italy #organizzazione Legislazione

DPI E SANIFICAZIONE AMBIENTI DI LAVORO: INCENTIVI E ISTRUZIONI COVID-19

di Area Sviluppo Imprese

Il sodalizio tra la ripartenza post Covid-19 e sicurezza sui luoghi di lavoro è imprescindibile.
In attesa del vaccino, si stanno studiando piani organizzativi col fine di garantire una ripresa delle attività lavorative che hanno subito un arresto dopo il DPCM del 22 marzo modificato dal DM 25 marzo 2020.
Il protocollo sicurezza luoghi di lavoro fornisce indicazioni sulle procedure da mettere in atto per garantire la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori dal possibile contagio da Covid-19, regolamentando in merito a:
  • informazione
  • modalità di accesso alla sede di lavoro: controlli all’ingresso dell’azienda
  • modalità di accesso di fornitori esterni e visitatori
  • pulizia e sanificazione in azienda
  • precauzioni igieniche personali
  • dispositivi di protezione individuale
  • gestione spazi comuni
  • organizzazione aziendale
  • gestione ingresso/uscita dei lavoratori
  • spostamenti interni, riunioni, eventi interni e formazione
  • gestione caso sintomatico
Scendiamo nel dettaglio analizzando quali sono gli incentivi previsti per DPI e sanificazione ambienti e quali sono le indicazioni fornite dall’ISS (Istituto Superiore di Sanità) per una corretta prevenzione e gestione degli ambienti indoor.
Per quanto riguarda DPI e sanificazione ambienti in azienda, il DL n.23 dell’8 aprile 2020 all’articolo 30 regolamenta il credito d’imposta per l’acquisto di dispositivi di protezione nei luoghi di lavoro:
  “1. Al fine di incentivare l’acquisto di attrezzature volte a evitare il contagio del virus COVID-19 nei luoghi di lavoro, il credito d’imposta di cui all’articolo 64 del decreto-legge 17  marzo 2020, n. 18, trova applicazione secondo le misure e nei limiti di spesa complessivi ivi previsti, anche per le spese sostenute nell’anno 2020 per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale e altri dispositivi di sicurezza atti a proteggere i lavoratori dall’esposizione accidentale ad agenti biologici e a garantire la distanza di sicurezza interpersonale.
2. Con il decreto del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, da adottare ai sensi del comma 2 dell’articolo 64 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, sono stabiliti altresì i criteri e le modalità di applicazione e di fruizione del credito d’imposta di cui al presente articolo.”
A tal proposito la circolare n.9/E dell’Agenzia delle Entrate fornisce ulteriori indicazioni e in merito all’articolo 30 del Dl 23/2020, precisa l’ampliamento dell’ambito oggettivo di applicazione del credito d’imposta verso gli esercenti attività d’impresa, arte e professione, per quanto concerne le spese di sanificazione degli ambienti di lavoro sostenute nell’anno 2020.
Nello specifico il DL n. 18/2020 Cura Italia all’articolo 64 prevede che, al fine di incentivare la sanificazione degli ambienti di lavoro, è riconosciuto per il periodo d’imposta 2020 un credito d’imposta nella misura del 50% delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro sostenute e documentate fino a un massimo di 20 mila euro per ciascun beneficiario, nel limite complessivo massimo di 50 milioni di euro per l’anno 2020.
COSA DICE L'AGENZIA DELLE ENTRATE
Dall’Agenzia delle Entrate viene, inoltre, confermato che il credito d’imposta per la sanificazione degli ambienti di lavoro è riconosciuto anche per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale e sicurezza idonei, difatti la circolare 9/E precisa che nel credito rientrano le spese sostenute nel 2020 relative all’acquisto:
  • di dispositivi di protezione individuale: mascherine chirurgiche, Ffp2 e Ffp3, guanti, visiere di protezione e occhiali protettivi, tute di protezione e calzari;
  • e installazione di altri dispositivi di sicurezza atti a proteggere i lavoratori dall’esposizione accidentale ad agenti biologici o a garantire la distanza di sicurezza: barriere e pannelli protettivi;
  • di detergenti mani e disinfettanti.
Il rapporto ISS COVID-19 n. 5/2020“Indicazioni ad interim per la prevenzione e gestione degli ambienti indoor in relazione alla trasmissione dell’infezione da virus SARS-CoV-2” è stato elaborato dal Gruppo di Lavoro ISS Ambiente e Qualità dell’Aria Indoor.
Attraverso lo stesso vengono fornite una serie di raccomandazioni da seguire sia negli ambienti domestici sia lavorativi per mantenere un buon livello di qualità dell’aria indoor in relazione al contenimento del rischio di contagio da COVID-19.
Il rapporto chiarisce cosa si intende per pulizie quotidiane/sanificazione, ovvero: “il complesso di procedimenti e operazioni atti a rendere salubre un determinato ambiente mediante le attività di pulizia, di detergenza e/o la successiva disinfezione. Riferimento ex UNI 10585: 1993. Pulizia/sanificazione e disinfezione possono essere svolte separatamente o essere condotte con un unico processo utilizzando prodotti che hanno duplice azione; è importante rimuovere lo sporco o i residui di sporco che possono contribuire a rendere inefficace l’intero processo”.
Indispensabile è il fattore qualità dell’aria indoor negli ambienti lavorativi, perché oltre ad avere effetti sulla salute, ha un’importante influenza sulle prestazioni e sul benessere fisico e mentale dei lavoratori.
Di seguito si riportano alcune azioni e raccomandazioni generali da mettere in atto giornalmente nelle condizioni di emergenza associate all’epidemia virale SARS-CoV-2, elencate nel rapporto ISS:
  • garantire un buon ricambio dell’aria in tutti gli ambienti dove sono presenti postazioni di lavoro e personale aprendo con maggiore frequenza le aperture: finestre e balconi. Scarsi ricambi d’aria favoriscono, negli ambienti indoor, l’esposizione a inquinanti e possono facilitare la trasmissione di agenti patogeni tra i lavoratori;
  • il ricambio dell’aria deve tener conto del numero di lavoratori presenti, del tipo di attività svolta e della durata della permanenza negli ambienti di lavoro;
  • gli impianti VMC devono mantenere attivi l’ingresso e l’estrazione dell’aria 24 ore su 247 giorni su 7 (possibilmente con un decremento dei tassi di ventilazione nelle ore notturne di non utilizzo dell’edifico). In questo periodo di emergenza per aumentare il livello di protezione, deve essere eliminata totalmente la funzione di ricircolo dell’aria per evitare l’eventuale trasporto di agenti patogeni (batteri, virus, ecc.) nell’aria. In questa fase può risultare anche utile aprire nel corso della giornata lavorativa le finestre e i balconi per aumentare ulteriormente il livello di ricambio dell’aria. La decisione di operare in tal senso spetta generalmente al responsabile della struttura in accordo con il datore di lavoro;
  • negli edifici dotati di impianti di riscaldamento/raffrescamento (es. pompe di calore, fancoil, o termoconvettori), tenere spenti gli impianti per evitare che, il possibile ricircolo del virus SARS-CoV2 in aria. Se non è possibile tenere fermi gli impianti, pulire settimanalmente in base alle indicazioni fornite dal produttore, ad impianto fermo, i filtri dell’aria di ricircolo per mantenere bassi i livelli di filtrazione/rimozione adeguati;
  • pulire le prese e le griglie di ventilazione con panni puliti in microfibra inumiditi con acqua e sapone, oppure con alcool etilico al 75% asciugando successivamente.
  • garantire un buon ricambio dell’aria anche negli ambienti/spazi dove sono presenti i distributori automatici di bevande calde, acqua e alimenti. In questi ambienti deve essere garantita la pulizia/sanificazione periodica (da parte degli operatori professionali delle pulizie) e una pulizia/sanificazione giornaliera (da parte degli operatori addetti ai distributori automatici) delle tastiere dei distributori con appositi detergenti compatibilmente con i tipi di materiali;
  • le pulizie quotidiane degli ambienti/aree, devono riguardare le superfici toccate più di frequente (es. porte, maniglie, finestre, vetri, tavoli, interruttori della luce, servizi igienici, rubinetti, lavandini, scrivanie, sedie, maniglie passeggeri, tasti, tastiere, telecomandi, stampanti);
  • nel caso in cui vi sia stata la presenza di casi sospetti di persone con Covid-19 all’interno dell’edificio, è necessario procedere alla sanificazione dell’ambiente, intesa come attività che riguarda il complesso di procedure e operazioni atte a rendere salubre un determinato ambiente mediante interventi di detergenza e successiva disinfezione. In questo contesto, è opportuno ricordare che i coronavirus, quali il virus della SARS, e quello della MERS e lo stesso SARS-CoV-2, possono persistere su superfici inanimate fino a 9 giorni in dipendenza della matrice/materiale, della concentrazione, della temperatura e dell’umidità, anche se non è accertato vi persistano in forma vitale.

Circolare n. 9/E Agenzia delle Entrate https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/2412777/Circolare+n.+9+del+13+Aprile+2020.pdf/f967198a-cc67-95c6-4b02-74f03a065e7e

Rapporto ISS COVID-10 n. 5/2020 
Categorie
#filiera #regioni #sostenibilità Legislazione

Regione Campania. Nuove disposizioni per take away e delivery

di Area Legislativa
La Regione Campania ha emanato con ordinanza n. 41 del 1° maggio 2020 le indicazioni per le attività di asporto e delivery sul territorio regionale a far data dal 4 maggio 2020.
In base alle disposizioni, le consegne a domicilio (delivery) possono essere effettuate anche fuori dal comune di appartenenza e senza vincolo orario, con la sola prenotazione telefonica e mantenendo le precauzioni igienico-sanitarie.
Per quanto riguarda invece il servizio takeaway, l’ordinanza prevede testualmente che “resta vietata la vendita con asporto, nelle more della definizione, anche con l’Unità di crisi regionale, delle misure organizzative volte ad evitare assembramenti e conseguenziale aumento del rischio epidemiologico”.
Tale disposizione ha avuto la sua completa estensione con la riunione della task force regionale del 2 maggio 2020 che ha condiviso le misure organizzative e, pertanto, si è decisa la riapertura all’attività dell’asporto sulla base di alcune linee guida: 
1) Il servizio viene svolto sulla base di prenotazioni telefoniche o online 
2) Il banco vendita viene posto all’ingresso dell’esercizio commerciale 
3) I gestori sono responsabili del distanziamento sociale e anche di quello di eventuali riders per il delivery 
4) E’ assolutamente obbligatorio l’uso da parte del personale di mascherine e guanti 
5) Il mancato rispetto delle norme comporterà la chiusura per una settimana del locale
La determinazione ha piena efficacia e validità vista la pubblicazione sul sito della Regione.
Categorie
#cervisia #filiera #regioni #sostenibilità Agricoltura Legislazione

Via libera al take away nella Provincia Autonoma di Trento

di Area Legislativa

In base all’ordinanza n. 228940/1 del 25 aprile 2020, sarà consentito il servizio di asporto per le attività di ristorazione, bar, pub, pizze al taglio, gelaterie e pasticcerie a decorrere dal prossimo 29 aprile 2020.
Occorrerà rispettare le seguenti misure:
  • l’asporto dovrà esser effettuato, ove possibile, previa ordinazione on-line o telefonica
  • occorrerà garantire che gli ingressi per il ritiro dei prodotti avvengano per appuntamento, dilazionati nel tempo, allo scopo di evitare assembramenti all’esterno e consentendo nel locale la presenza di un cliente alla volta, assicurando che permanga il tempo strettamente necessario alla consegna e al pagamento della merce
  • è obbligatorio l’utilizzo di mascherine e guanti per gli operatori che entrino in contatto con gli avventori
  • i clienti hanno l’obbligo di indossare la mascherina prima di entrare nei locali
Saranno emanate specifiche linee guida attuative delle misure sin qui indicate.
Per le restanti disposizioni degli atti normativi in commento, si rinvia alla lettura integrale del testo.
Categorie
#associazione #cervisia #Covid19 #filiera #imprese #italy #regioni #regulatory Legislazione

Covid-19 e Regione Campania. Nuovo chiarimento sulle vendite on line.-

Area Legislativa

Come ormai noto, la Regione Campania con ordinanza del 28 marzo 2020 ha espressamente sospeso l’attività di ristorazione, bar, pub, gastronomie, pasticcerie, laboratori e gelaterie vietando anche le consegne a domicilio e la vendita on line da parte degli stessi fino al 14 aprile 2020.

Tuttavia la stessa Regione con un chiarimento molto importante che riporta la data del 5 aprile 2020 (http://www.regione.campania.it/assets/documents/chiarimento-n-16.pdf) ha specificato testualmente che “la citata ordinanza non si riferisce all’attività industriale di produzione di prodotti dolciari al fine della distribuzione di prodotti confezionati ed etichettati, con codice ATECO 10 (Industria alimentare)”.
Nella famiglia del codice Ateco 10 sono compresi la produzione di prodotti da forno e farinacei (Ateco 10.7) e la più generica produzione di altri prodotti alimentari (Ateco 10.8).
Da ciò ne deriva che una serie di attività che rientrano in questa categoria e che hanno la possibilità di confezionare ed etichettare la merce hanno anche la possibilità di effettuare la vendita on line dei loro prodotti attraverso piattaforme commerciali private o di terzi. 
Sono certamente facilitate le attività commerciali che hanno già attivato un proprio sito di e-commerce mentre per chi invece ne volesse attivare una ex novo il nostro suggeriamo è quello di rivolgere l’attenzione alla possibilità concreta che la vendita on line possa continuare al termine dell’emergenza pandemica e di fare una seria valutazione della propria capacità e organizzazione di impresa.
Categorie
#associazione #cervisia #Covid19 #filiera #italy #organizzazione Legislazione

Elenco provvedimenti Covid-19.

Da quelli economici a quelli sanitari emanati dal Governo/2020-21.-

[…] di Area Legislativa
[IN CONTINUO AGGIORNAMENTO]

Cerchiamo di mettere ordine tra le disposizioni emanate dal Governo per l’emergenza Covid-19 elencando di seguito i vari provvedimenti con i relativi link per ciascuna norma. L’elenco è ordinato partendo dal più recente fino ad arrivare al più remoto.

=> Decreto Legge n. 221 del 24 dicembre 2021 /Proroga dello stato di emergenza nazionale e ulteriori misure per il contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19. (Decreto Festività) https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2021/12/24/21G00244/sg

=> Decreto Legge n. 105 del 23 luglio 2021 /Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche. (Omnibus)
=> DPCM 17 giugno 2021 / Disposizioni attuative dell’articolo 9, comma 10, del decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, recante «Misure urgenti per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19». (Green Pass)
https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2021/06/17/21A03739/sg
=> Decreto Legge n. 73 del 25 maggio 2021 / Misure urgenti connesse all’emergenza da COVID-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali. (Sostegni Bis)
=> Decreto Legge n. 52 del 22 aprile 2021 / Misure urgenti per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19.
=> DPCM 2 marzo 2021Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35, recante «Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19», del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante «Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19», e del decreto-legge 23 febbraio 2021, n. 15, recante «Ulteriori disposizioni urgenti in materia di spostamenti sul territorio nazionale per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19».
=> Decreto Legge n. 15 del 23 febbraio 2021Ulteriori disposizioni urgenti in materia di spostamenti sul territorio nazionale per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.
=> DPCM 14 gennaio 2021Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35, recante «Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19», del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante «Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19», e del decreto-legge 14 gennaio 2021 n. 2, recante «Ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e prevenzione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 e di svolgimento delle elezioni per l’anno 2021».
=> Decreto Legge n. 2 del 14 gennaio 2021Ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e prevenzione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 e di svolgimento delle elezioni per l’anno 2021.
=> Decreto Legge n. 1 del 5 gennaio 2021Ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 (Decreto Riscossione).
=> Decreto Legge n. 183 del 31 dicembre 2020Disposizioni urgenti in materia di termini legislativi, di realizzazione di collegamenti digitali, di esecuzione della decisione (UE, EURATOM) 2020/2053 del Consiglio, del 14 dicembre 2020, nonche’ in materia di recesso del Regno Unito dall’Unione europea (Decreto Milleproroghe).
=> Decreto Legge n. 178 del 30 dicembre 2020 / Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023 (Legge Finanziaria 2021).
 
=> Decreto Legge n. 172 del 18 dicembre 2020Ulteriori disposizioni urgenti per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del virus COVID-19 (Decreto Natale bis).
 
=> DPCM 3 dicembre 2020 / Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35, recante: «Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19» e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante: «Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19», nonché del decreto-legge 2 dicembre 2020, n. 158, recante: «Disposizioni urgenti per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del virus COVID-19».
=> Decreto Legge n. 158 del 2 dicembre 2020 / Disposizioni urgenti per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del virus COVID-19 (Decreto Natale).
 
=> Decreto Legge n. 154 del 23 novembre 2020 Misure finanziarie urgenti connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19 (Decreto Ristori Ter).
=> Ordinanza Ministero della Salute 20 novembre 2020 / Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.
=> Ordinanza Ministero della Salute 19 novembre 2020 / Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.
=> Ordinanza Ministero della Salute 10 novembre 2020 / Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.
=> Decreto Legge n. 149 del 9 novembre 2020 / Ulteriori misure urgenti in materia di tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese e giustizia, connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19 (Decreto Ristori Bis).
=> Ordinanza Ministero della Salute 4 novembre 2020 / Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.
=> DPCM 3 novembre 2020 / Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 25 maggio 2020, n. 35, recante «Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19», e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante «Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19».
=> Decreto Legge n. 137 del 28 ottobre 2020 / Ulteriori misure urgenti in materia di tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese, giustizia e sicurezza, connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19 (Decreto Ristori).
=> Decreto MIPAAF 27 ottobre 2020 / Criteri e modalità di gestione del Fondo per la filiera della ristorazione istituito ai sensi dell’articolo 58 del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126.
=> DPCM 24 ottobre 2020 / Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 25 maggio 2020, n. 35, recante «Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19», e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante «Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19».
=> Circolare Ministero degli Interni 20 ottobre 2020 / Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 18 ottobre 2020. Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid19.
=> DPCM 18 ottobre 2020 / Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 25 maggio 2020, n. 35, recante «Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19», e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante «Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19».
=> Circolare Ministero degli Interni 16 ottobre 2020 / Decreto del presidente del Consiglio dei Ministri 13 ottobre 2020. Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19.
=> DPCM 13 ottobre 2020 / Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 25 maggio 2020, n. 35, recante «Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19», e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante «Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19».
=> Circolare Ministero della Salute 12 ottobre 2020 / Indicazioni per la durata ed il termine dell’isolamento e della quarantena.
=> Decreto-legge n. 125 del 7 ottobre 2020 / Misure urgenti connesse con la proroga della dichiarazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19 e per la continuita’ operativa del sistema di allerta COVID, nonche’ per l’attuazione della direttiva (UE) 2020/739 del 3 giugno 2020.
=> DPCM 7 ottobre 2020 / Proroga dello stato di emergenza in conseguenza del rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili.
=> Circolare Ministero della Salute 24 settembre 2020 / Riapertura delle scuole. Attestati di guarigione da COVID-19 o da patologia diversa da COVID-19 per alunni/personale scolastico con sospetta infezione da SARS-CoV-2.
=> Ordinanza Ministero della Salute 21 settembre 2020 / Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.
=> Legge 11 settembre 2020 n. 120 / Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76, recante misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale (Decreto Semplificazione).
=> Decreto-legge n. 111 8 settembre 2020 / Disposizioni urgenti per far fronte a indifferibili esigenze finanziarie e di sostegno per l’avvio dell’anno scolastico, connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19
=> DPCM 7 settembre 2020 / Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, recante ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19
=> Ordinanza Ministero della Salute 16 agosto 2016 / Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19
=> Decreto- legge 14 agosto 2020 n. 104 / Misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell’economia (Decreto Agosto).
=> Ordinanza Ministero della Salute 12 agosto 2020 / Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.
=> Circolare Ministero della Salute 11 agosto 2020 / Elementi di preparazione e risposta a COVID-19 nella stagione autunno-invernale.
=> DPCM 7 agosto 2020 / Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, recante ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19.
=> Ordinanza Ministero della Salute 1 agosto 2020 / Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.
=> Legge 17 luglio 2020 n. 77 / Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (Decreto Rilancio), recante misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonche’ di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19
=> Decreto-legge 16 luglio 2020 n. 76 / Testo del decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76 (in S.O. n. 24/L alla Gazzetta Ufficiale – Serie generale – n. 178 del 16 luglio 2020), coordinato con la legge di conversione 11 settembre 2020, n. 120 (in questo stesso S.O.), recante: «Misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale.»
=> DPCM 14 luglio 2020 / Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, recante ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19
=> DPCM 11 giugno 2020 / Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, recante ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19
=> Legge 5 giugno 2020 n. 40 / Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23 (Decreto Liquidità), recante misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, nonche’ interventi in materia di salute e lavoro, di proroga di termini amministrativi e processuali
=> Decreto-legge 19 maggio 2020 n. 34 / Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonche’ di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19 (Decreto Rilancio)
=> DPCM 17 maggio 2020 / Disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, recante ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 (Fase 3)

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/05/17/20A02717/sg 

=> Decreto-legge 16 maggio 2020 n. 33 / Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 (Fase 3)
=> Decreto-legge 10 maggio 2020 n. 30 / Misure urgenti in materia di studi epidemiologici e statistiche sul SARS-COV-2
=> Circolare 2 maggio 2020 Ministero dell’Interno / Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, applicabili sull’intero territorio nazionale (Fase 2)
=> Decreto Ministero della Salute 30 aprile 2020 / Criteri relativi alle attività di monitoraggio del rischio sanitario di cui all’allegato 10 del DPCM 26 aprile 2020
http://www.trovanorme.salute.gov.it/norme/renderNormsanPdf?anno=2020&codLeg=73963&parte=1%20&serie=null

=> Ordinanza Commissario Straordinario 26 aprile 2020 n. 11 / Prezzi finali vendita al consumo di mascherine.

http://www.governo.it/sites/new.governo.it/files/CSCovid19_Ord_11-2020-txt.pdf

=> DPCM 26 aprile 2020 / Ulteriori disposizioni attuative (Fase 2) del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/04/27/20A02352/sg

=> Legge 24 aprile 2020 n. 27 /Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 (Cura Italia), recante misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19. Proroga dei termini per l’adozione di decreti legislativi
=> DPCM 10 aprile 2020 / Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/04/11/20A02179/sg

=> Circolare 9 aprile 2020 Ministero dell’Interno / Emergenza COVID-19. Controlli in occasione delle prossime festività pasquali.
https://www.interno.gov.it/sites/default/files/circolare_controlli_festivita_di_pasqua_9.4.2020.pdf

=> DL 8 aprile 2020, n. 23 c.d. “Decreto Liquidità” / “Misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, nonché interventi in materia di salute e lavoro, di proroga di termini amministrativi e processuali.
=> DL 8 aprile 2020, n. 22 c.d. “Decreto Scuola”/ Misure urgenti sulla regolare conclusione e l’ordinato avvio dell’anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato.
=> Circolare 3 aprile 2020 Ministero della Salute / Pandemia di COVID-19 – Aggiornamento delle indicazioni sui test diagnostici e sui criteri da adottare nella determinazione delle priorità. Aggiornamento delle indicazioni relative alla diagnosi di laboratorio.
=> DPCM 1 aprile 2020 / Disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020 n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19, applicabili sull’intero territorio nazionale
=> Circolare 31 marzo 2020 Ministero dell’Interno / Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 applicabili sull’intero territorio nazionale
=> Ordinanza Protezione Civile 29 marzo 2020 n. 658 / Ulteriori interventi urgenti di protezione civile in relazione all’emergenza relativa al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili
=> Circolare 29 marzo 2020 Ministero dell’Interno / Decreto legge 25 marzo 2020, n. 19, recante “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19”
=> Ordinanza del Ministero della Salute 28 marzo 2020 / Ulteriori misure urgenti di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19
=> Decreto MISE 25 marzo 2020 / Modifica dell’elenco dei codici di cui all’allegato 1 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 22 marzo 2020
=> DL 25 marzo 2020 n. 19 / Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19
=> DPCM 22 marzo 2020 / Sospensione delle attività non essenziali
=> DL 17 marzo 2020 n. 18 / Misure di potenziamento del servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19 (Cura Italia)
=> Accordo Governo-sindacati del 14 marzo 2020 / Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro
=> DPCM 11 marzo 2020 / Ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 sull’intero territorio nazionale
=> DPCM 9 marzo 2020 / Nuove misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull’intero territorio nazionale
=> DL 9 marzo 2020 n. 14 / Disposizioni urgenti per il potenziamento del Servizio sanitario nazionale in relazione all’emergenza COVID-19
=> DPCM 8 marzo 2020 / Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19
=> DL 8 marzo 2020 n. 11 / Misure straordinarie per il contenimento dell’epidemia Covid-19 nell’ambito dell’attività giudiziaria
=> DPCM 4 marzo 2020 / Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020 n. 6 recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 applicabili sull’intero territorio nazionale
=> Circolare 4 marzo 2020 n. 1 del Ministero della Funzione Pubblica / Misure incentivanti per il ricorso a modalità flessibili di svolgimento della prestazione lavorativa
=> DL 2 marzo 2020 n. 9 / Misure di sostegno a famiglie, lavoratori e imprese
=> DPCM 1° marzo 2020 / Misure per contenere l’emergenza Coronavirus
=> DPCM 25 febbraio 2020 / Disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020 n. 6 recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19
=> Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 24 febbraio 2020 / Sospensione versamenti e adempimenti tributari nelle zone rosse
=> DL 23 febbraio 2020 n. 6 / Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19
=> Ordinanza del Ministero della Salute del 25 gennaio 2020 / Misure profilattiche contro il nuovo Coronavirus